Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Messaggio  ShuddeM'ell il Mer 18 Lug 2012, 16:23

I Personaggi si risvegliarono riversi nella polvere di un luogo buio e freddo.
La stanza era completamente diroccata, con le pareti sventrate da chissà quale catastrofe, e il soffitto del piano superiore crollato lasciava intravedere la stanza sopra le loro teste.
Si osservarono per un istante, giusto per capire chi avesse i punteggi più alti.
Senza dubbio l'immenso Troll dalla pelle grigiastra era quello con il punteggio più alto di TAG. Accanto a lui un minuscolo coboldo dall'aria scaltra fissava il soffitto ideando maniere per raggiungere il piano superiore.
Dall'altro lato c'erano un uomo anziano con una vistosa barba bianca vestito con un kimono, un Halfling dai capelli untuosi e dai modi distaccati, e uno strano individuo con un monocolo e le caratteristiche decisamente nella media.
I cinque si guardarono. Era facile capire come mai non ricordavano nulla: il Master non aveva idea migliori sul come riunirli per far partire quell'avventura.

Una porta enorme, di legno e metallo, era situata sulla parete a ovest, l'unica rimasta intatta.
Il grosso Troll tentò subito con una prova di forza ma sopra il legno comparì un beffardo simbolo luminescente: FOR 60
Osservando meglio i personaggi notarono che un lucchetto tradiva la volontà del Master: avrebbero dovuto cercare una chiave.
Ipotizzarono così che per uscire dalla stanza ci fosse la necessità di esplorare il piano di sopra, e quindi di raggiungerlo con reiterate prove di DES per scalare le pareti sbriciolate; l'Halfling, il Vecchio e il Tizio Col Monocolo riuscirono alla prima. Gli altri inveirono contro i giocatori che avevano attribuito loro punteggi così bassi.

Al piano superiore vigeva il disordine più totale: mobilio ammassato, muri distrutti, e persino un cadavere umanioide giaceva poco distante da una grossa finestra sbarrata. I Pg seppero subito che era morto. Sulla sua testa la barra dei PF era vuota.
Lo esaminarono: simile ad un umano, ma con tratti fisici più indefiniti, quasi sciolti e macilenti, come se il Master non avesse voglia di creare una nuova razza di nemici per l'occasione.
Frugarono le sue tasche trovando un mazzo con 4 grosse chiavi, e lo depredarono di una leggera armatura che recava su di essa piccole scritte luminose con le sue caratteristiche protettive.
L'enorme Troll balzò dentro la stanza e staccò un arto dal cadavere, assaggiandolo in modo vorace e scusandosi con gli altri per la sua fame...

Aperta la pesante porta il gruppo cominciò a scendere per un lungo corridoio diretto verso una stanza nella quale aleggiava una nebbia giallastra.
Il Coboldo annunciò il fatto che stava lanciando un incantesimo "Individua Veleni" anche se avrebbe speso ben 4 punti magia. La nebbia non era velenosa e tutti supposero dunque che il Master stesse solo facendo ricorso a qualche effetto speciale. Nella stanza c'era un mucchio di armature simili a quella appena trafugata dal cadavere, e delle corte mazze ferrate; i personaggi valutarono i benefici di avere 5 punti ferita extra, poi presero l'uscita a sud, dove un corridoio lungo e piastrellato portava ad una strana struttura simile ad un piccolo anfiteatro, al centro della quale c'era una grande polla d'acqua.
"Dev'essere un luogo importante" dissero i PG, valutando il fatto che non c'erano uscite.
Il primo a bere l'acqua sorgiva fu l'assetato Troll, che verificò di persona il fatto che un'entità superiore (di sicuro il Master) era contrariata dal fatto che bevessero l'acqua che serviva di sicuro ad altro.
Tentarono allora di gettare dentro alla polla qualcosa, inizialmente una delle mazze ferrate che avevano trovato nella stanza precedente.
L'acqua inghiottì l'oggetto (seguito da una minuscola effige luminosa: "Dn 1d6"), e una piccola fatina rosa emerse dalla fonte, con un'espressione leggermente adirata.
"Non mi interessano questi oggetti! solo quelli belli e particolari sono degni di uno scambio" disse, e restituì la mazza ferrata (seguita da una minuscola effige luminosa: "Req FOR 9") al personaggio che l'aveva lanciata.
Il Troll era particolarmente interessato ad assaggiare la carne della piccola fatina, ma l'immensa barra dei PF sopra la sua testa lo fece desistere dal suo intento...
Iniziarono a gettare in acqua tutti gli oggetti che avevano a disposizione, finchè giunsero alle chiavi.
Una fanfara musicale fece capire ai Personaggi che era successo qualcosa di buono, e la fatina esclamò:
"Finalmente avete capito come il master aveva ideato questa inutile quest secondaria!"
Ogni chiave venne scambiata con un oggetto magico.
Si capiva subito che erano oggetti magici perchè l'effige luminosa che ne rivelava le proprietà era di un colore diverso,più intenso e benigno.
Una spada
Un bracciale
Un amuleto
e infine un grande libro rilegato furono gli oggetti scambiati per le chiavi.
Il Coboldo si gettò subito sul libro, ed esclamò: "Con questo posso imparare un incantesimo nuovo!"
Gli altri giocatori capirono subito che non sarebbero mai riusciti a leggere quel tomo che richiedeva almeno 15 a EDU, e lo lasciarono all'allegro Coboldo che aprì le pagine ingiallite.
PUFF!
Un'altra fanfara preannunciò l'apprendimento di un nuovo Incantesimo.
"Evvai!" eclamò il piccolo rettile; "ora posso tirare Mani Brucianti!"



[Posto solo la prima parte, anche se il meglio arriva nella seconda]

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Messaggio  torakfade il Mer 18 Lug 2012, 17:16

Assomiglia ironicamente a una partita "standard" di D&D asd
avatar
torakfade
Portinaio

Messaggi : 319
Data d'iscrizione : 14.06.12
Età : 33
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Messaggio  ShuddeM'ell il Gio 19 Lug 2012, 00:29

torakfade ha scritto:Assomiglia ironicamente a una partita "standard" di D&D asd
purtroppo questo la dice lunga sull'incompetenza dei vari master in giro asd
Domani metto la seconda parte, in cui la trama diventa davvero ganza!

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Messaggio  ShuddeM'ell il Gio 19 Lug 2012, 15:37

"I Prigionieri scappano!"
Due grossi umanoidi dall'aspetto flaccido avanzavano nel corridoio, brandendo delle mazze ed esibendo due minacciosi "12 PF" sopra la testa.
Il combattimento che ne conseguì fu rapido ma senza esclusione di colpi: ogni attacco a segno scaturiva miriadi di
piccole scritte rosse luminescenti che indicavano il conto dei danni inflitti, e i Personaggi bestemmiavano ogni volta che il giocatore che li controllava sbagliava un tiro per colpire.
Alla fine, seppur molto provati, i nostri eroi ebbero la meglio; appena privavano il nemico dell'ultimo Punto Ferita gli
oggetti da esso posseduti saltavano fuori del suo inventario e cadevano a terra, in attesa di essere raccolti.
Così recuperarono altre armi e armature, ma non i preziosi Punti Ferita che il combattimento gli aveva rubato.
Decisero di muoversi con più cautela nell'osservare le stanze successive, e imboccarono il tunnel verso ovest.
Si trovarono in una grande stanza scura, piena di strani tavoli con sopra catene e aggeggi indefinibili; un grosso cartello recava la scritta: Stanza Delle Torture. C'era uno strano odore familiare attorno a quegli strumenti, e molti personaggi tentarono di smontarne dei pezzi, convinti che potessero essere utili a qualche quest secondaria...
Un rumore tintinnante squarciò il silenzio. Proveniva dal corridoio illuminato a Nord Ovest della Stanza delle Torture.
Decisero di muoversi cauti in quella direzione, ed entrarono in una grossa Mensa abbandonata, con lunghi tavoli e panche.
Molti Personaggi fallirono il tiro per individuare, ma altri videro subito che sotto a uno dei tavoli erano nascosti tre
piccoli umanoidi con barbe e cappelli a punta.
Avvicinandosi tutti si resero conto che gli gnomi erano dei prigionieri proprio come loro, e degli strani abiti muniti di catene gli immobilizzavano le mani.
"Vi prego, liberateci, vi doneremo il nostro oro!"
"Diteci dove siamo!" chiesero i Personaggi
"Siete prigionieri delle miniere, come tutti coloro che il Mago Zanzer rapisce dalle campagne...
Nessuno sfugge a Zanzer, nessuno. Nè a lui ne al suo Drago"
Il grosso Troll era l'unico titubante nel gruppo:
"Io voglio i vostri figli. Se vi libero mi darete i vostri bambini, non li ho mai assaggiati i bambini gnomi, chissà di che
sanno..."
Gravemente i prigionieri acconsentirono, e vennero subito liberati.
Con poche parole magiche aprirono il varco nel pavimento ove era nascosta una pentola colma di monete (era facile contarle, sopra di esse aleggiava una scritta dorata: 200 mo). Poi si presero graziosamente le mani ora libere in un girotondo e ridendo dissero: "Non abbiamo figli! L'hai presa in quel posto sottospecie di personaggio poco credibile!"
E sparirono in un lampo.
I Personaggi frugarono in cucina e scovarono altre armi improvvisate, ma la pacchia finì ben presto. Le voci di altri Guardiani umanoidi risuonavano dalla Stanza delle Torture. Li stavano cercando.
Erano disposti di sicuro lungo il corridoio per andare a Sud Ovest, e scagliavano proiettili di fionda, che si infrangevano sulle pareti emettendo una luminosa scritta "Dn 1d4".
I Personaggi decisero di mettere a punto un piano degno del migliore A-Team, e sfruttarono tutte le loro conoscenze e abilità per edificare con i tavoli della mensa dei grossi scudi muniti di punte acuminate.
Con questi ripari improvvisati e prove di FOR continue si gettarono nel corridoio presidiato, travolgendo i Guardiani e proteggendosi dai loro proiettili.
Irruppero in una grande Hall, lunghissima e alta, la cui struttura era fortemente pericolante. Un bancone di legno copriva il lato a Nord, e davanti ad esso c'era un grosso portale bloccato dalle macerie, forse l'uscita del Dungeon...
Il bancone ligneo celava una bella sorpresa: un piccolo scrigno, con dentro cinque pozioni di guarigione che furono
consumate quasi tutte subito.

Poi sentirono quel forte tremore...
era un suono molto familiare, già sentito, forse prima del crollo delle pareti del Dungeon...
Un boato potente prenannunciò il crollo totale della parete dove era situato il portale di uscita, e l'immensa testa di un Drago entrò nella stanza, scintillando. Sulla sua schiena c'era una figura scura e minacciosa, sicuramente il tremendo Mago Zanzer di cui parlavano gli gnomi.
Tutti i Personaggi tentarono una coraggiosa difesa, che presto trasformarono in fuga attraverso le pareti sfondate dal mostro, appena scorsero la sua barra dei Punti Ferita e il danno che provocavano le sue mascelle d'acciaio sul povero Troll, che infatti esclamò: "COOOSA? 2d8 Danni? io me la squaglio!"
Le macerie crollavano e ferivano i Personaggi in fuga, ma tutti riuscirono a fuoriuscire dal Dungeon.
Il Drago cavalcato da Zanzer era piazzato così saldamente a terra davanti all'ingresso che non si voltò nemmeno per seguirli. Il mago sembrava quasi divertito dalla distruzione che stava apportando all'ingresso del Dungeon, era compiaciuto del caos.
I Personaggi si voltarono, giusto in tempo per scorgere il grosso cartello di legno che indicava il nome del grande edificio di Zanzer.
Sopra c'erano strane parole prive di senso, c'era scritto "Ospedale Psichiatrico".

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fuga dal Dungeon di Zanzer!

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum