[PBF] Il Profondo

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Dom 14 Apr 2013, 22:18

I due ladri sembrano interdetti.
Mantengono le mani bene in alto, ma restano sicuri di sè e per nulla turbati.
Sembra che non abbiano alcuna reazione quando Abe punta il suo "fucile" su di loro, ma dimostrano subito incredulità alle sue parole:
"Amico, non ci prendere per il culo, sappiamo benissimo che il vecchio qui è solo, sappiamo un sacco di cose riguardo a questo posto... nessuno protegge questo oggetto, e soprattutto non cercare di farci credere che ne sai qualcosa.
Se ne sapessi davvero qualcosa ce lo lasceresti prendere."

Poi i due tornano a dialogare con Robert:
"Ora noi usciremo lentamente da questa stanza.
Saliremo le scale, prenderemo un mezzo e ce ne andremo.
Non abbiamo alcun interesse a dire che siete qui.
Ci faremo un favore a vicenda se ci ignoreremo.
Lei ci ha visti per un caso quando siamo venuti a cercare il professore. Lo dimentichi.
Dimenticate questo dialogo, prendete un aereo e tornatevene a casa, e forse vi salverete.
Questo non è un posto per gente erudita come era Mr. Thornspike, figuriamoci persone ignoranti e spaurite come voi."

Le parole dell'uomo sono dure, decise.
Emanano l'idea che questi non siano sprovveduti, ma gente abituata a trovarsi in simili situazioni di stallo.
Dalla hall provengono ora rumori indistinti di spari e grida dall'esterno dell'edificio.
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Jason Scarr il Gio 18 Apr 2013, 21:19



Robert O'Reilly

Tensione fredda
" rieccomi qua a puntare un'arma contro qualcuno mio malgrado ... "
La rabbia comincia a fare capolino.
Poi Adrian fa la sua entrata in scena.
" quell'uomo non può essere così folle da puntargli contro un bastone ... di legno ! " pensa Robert osservando la mossa di Adrian " ... no, deve essere una di quelle armi pneumatiche fatte per non dare nell'occhio, o una di quelle a colpo singolo ... non si stava nascondendo ... aveva calcolato tutto ! quell'uomo è incredibile ! "
Il coraggio comincia a scaldargli il sangue nelle vene a grandi vampe e le parole dei due gaglioffi sortiscono un effetto particolare sull'antiquario.
" ignorante ... A MEE !?! " pensa O'Reilly mentre un muscolo sul labbro destro superiore ha uno spasmo scoprendo le gengive sottostanti.
La rabbia sale.
E' a quel punto che arriva il rumore di spari.
" ... da fuori, vengono da fuori ... devono essere i rinforzi, la cavalleria ... la polizia ... questi non si metterebbero mai a sparare in strada, se non per difendersi da qualcuno ... "
Mentre con la mano destra continua a tenere sotto tiro i due malviventi, con l'altro braccio pone il bastone sotto l'ascella sinistra stringendolo al corpo.
" se il mio bastone è in grado di fare questo ... "
Con un movimento secco sguaina la lama nascosta del bastone animato facendola baluginare nella penombra e lasciando cadere il fodero di legno a terra.
" ... proprio non vi conviene sottovalutare le potenzalità dell'arma del mio amico Agente Speciale ... " dice indicando con un breve cenno della testa Adrian.
" e adesso vediamo di dare una svolta netta a questo stallo ... che diamine ... sono io quello con la pistola puntata ! " pensa l'ex-sottotenente.
A Robert tornano in mente le parole di un certo sergente istruttore, uno di quelli che riuscivano ad incutere terrore col solo tono della voce.
" vi strappo le palle degli occhi e vi fotto il cervello ! vi svito il cranio e vi cago in gola, perdio ! ho già ucciso più gente di quanto avrei voluto !! " urla con convinzione e con la faccia da guerra che quel sergente istruttore gli aveva insegnato.
" A TERRA, LURIDISSIMI VERMI ! SDRAIATEVI A TERRA E DITEMI CHE NE AVETE FATTO DI THORNSPIKE ... OPPURE ... "
Robert inclina di qualche grado il polso ed esplode un singolo colpo sopra le loro teste riportando immediatamente la canna della luger sui due malviventi.
" ... IL PROSSIMO E' PER VOI !!! "
avatar
Jason Scarr
Ficcanaso

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 24.06.12
Età : 47
Località : Besana Brianza

Vedi il profilo dell'utente http://www.virturbia.com/marcocorrieri.htm

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Ven 19 Apr 2013, 09:31

[Abe&Robert]

I due ladri, pacati e controllati come sempre, si inginocchiano tenendo sempre in alto le mani, poi si sdraiano senza discutere.
Risulta ormai chiaro dalle loro reazioni il fatto che non sono armati.
"il professore...? pensavo che sareste stati voi a dirci dove si trovava... Noi lo abbiamo solo prelevato perchè parlasse con Garifuna... poi è scappato. Pensavamo fosse di nuovo tornato da voi. Non sappiamo dove sia ora"

Le parole dell'uomo sono dette con convinzione e sembrano del tutto sincere.

Un altro boato di spari proviene dal piano superiore. Grida dall'esterno impartiscono ordini secchi. Al piano superiore qualcuno corre pesantemente lungo la hall.
"spero per voi che sappiate bene in cosa siete incappati"



[Alan&Max]

Accorsi al Museo con un provvidenziale taxi, Alan e Max si trovano di fronte ad una scena insolita per un paradiso tropicale come quello.
Il mare cristallino e le spiagge bellissime a pochi metri da un cordone di macchine della polizia usate come trincea. Di fronte all'edificio sono schierati una trentina di agenti, intenti a puntare le finestre e gli ingressi dell'edificio.
Alcuni di loro sono impiegati per bloccare la strada e i passanti.
"... VE LO RIPETO: CAMBIATE PERCORSO! E' TROPPO PERICOLOSO.." ordina un grosso poliziotto dalla pelle scurissima a due pallidi turisti inglesi.
"TORNATE INDIETRO! ANCHE VOI..." inizia rivolto a Max e Alan "ALLONTANATEVI!"

esplode un colpo di fucile. un boato seguito dal grido acuto della turista inglese, sorpresa dallo schianto.
Una finestra al primo piano dell'edificio si sgretola e piove in mille frammenti sul selciato sottostante.
Il capo della squadra di polizia guida i suoi a restare al riparo.
"Situazione assurda mia cara, nevvero?" mormora il turista inglese alla moglie, portandola via con aria più scocciata che frettolosa.

avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Dom 21 Apr 2013, 08:58



Alan in mezzo a quel casino, corre verso il grosso poliziotto che ha appena intimato di stare alla larga, dalla tasca dei pantaloni tira fuori il distintivo da detective privato e mostrandoglielo dice: "agente, che cosa succede? sono un investigatore, questo dispiego di forze ingenti significa sicuramente qualcosa di grave...."

(improvvisamente un boato, una finestra che esplode improvvisamente, un urlo..) Alan si getta a terra prontamente e cerca riparo dietro a qualsiasi cosa di disponibile e utile nelle vicinanze "MERDA!" urla.

"MAX cercati un riparo, cazzo!!!!"

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  tofone2 il Mar 23 Apr 2013, 22:03

BANG! Il colpo esploso da Robert fa sobbalzare il comico lasciandolo leggermente stordito per qualche istante.
Con il bastone, arrangiato a fucile, continua a mantenere la "mira", ma alla vista della lama sfoderata dal compagno non riesce a non sorprendersi.

-"Mi scusi."- si rivolge al compagno -"Se per visitare un museo esce armato in quel modo, lei al mercato ci va ancora con Big Mom*?"-

"Abe, questa era un po' fiacca, potevi inventarti qualcosa di meglio." La sicurezza del comico risente gravemente della tensione propria della situazione. Gli spari esplosi al piano superiore, risuonando lungo le scale, arrivano alle sue orecchie tutt'altro che rassicuranti. "Cosa stanno combinando di sopra? Ormai la polizia sarebbe già dovuta riuscire a prendere il controllo della situazione."


Adrian Abe D. Ross

Spoiler:
*Big Mom, o Big Mother, fu il soprannome che i soldati Inglesi e Americani dettero ai primi modelli di carri armati impiegati nella Prima Guerra Mondiale a partire dal 1916.
avatar
tofone2
Impiccione

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 11.07.12
Età : 26
Località : Alderan

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  torakfade il Lun 29 Apr 2013, 18:33

Max non si fa ripetere l'invito due volte. Con riflessi e una durezza che non sospettava di avere, forse stimolata dagli strani eventi vissuti ultimamente, si accoscia dietro una panchina, non lontano dal detective Green, al quale dice (con voce a dire il vero un pò rotta dallo spavento): "Occhi aperti, Green. Dobbiamo uscirne tutti sulle nostre gambe, anche i nostri compagni."

Tasta poi la tasca interna della giacca, dove si trova la sua Luger. Non ha avuto molte occasioni di usarla, ma se proprio deve avere delle vite sulla coscienza meglio che siano dei delinquenti piuttosto che gente che lui ha trascinato in questa follia.

Dopo un gran respiro per raccogliere la fermezza necessaria, si avvicina carponi ad Alan tenendo lo sguardo fisso sulle finestre del museo per scorgere eventuali criminali armati alle finestre, tanto vicino da potergli sussurrare: "Non credo che la polizia ci lascerà entrare, ma non possiamo star qui ad aspettare che finisca male. Tu che sei più esperto in queste cose, come potremmo fare da qui ad introdurci nel Museo senza essere bersaglio di polizia o criminali?"

I suoi occhi sono sbarrati, lucidi. Si può scorgere una scintilla di decisione figlia di uno spavento che non aveva conosciuto finora.
avatar
torakfade
Portinaio

Messaggi : 319
Data d'iscrizione : 14.06.12
Età : 33
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Dom 05 Mag 2013, 09:49

@Max&Alan

Il grosso agente di polizia si rialza lentamente dopo essersi chinato dietro all'auto più vicina.
Con una certa flemma, tenendo sempre in mano il distintivo che Alan gli ha porto poco prima dello scoppio, borbotta:
"Detective Green, una pallottola brucia per lei quanto per noi. Visto che non la pagano che ci sta a fare qui?
Abbiamo degli ostaggi qui dentro. Uno è un agente. E' un gruppo organizzato e armato che non sappiamo nemmeno che voglia fare in un museo"


Poi abbassandosi di nuovo porge il distintivo a Alan:
"Vi prego ancora di allontanarvi!"



@Abe&Robert

"Qui chi abbiamo?"
una voce dal tono basso, quanto basta per essere udita in un posto simile, ridesta Robert e Abe.
Un uomo avvolto in una tunica lunga si trova all'imboccatura delle scale per il piano superiore.
Sicuramente nativo di Barbados per via dei tratti somatici, presenta però dei marcati caratteri di albinismo, che fanno assumere alla sua pelle un colorito molto più chiaro e malsano, e ai suoi occhi azzurri un lampo di freddezza.
"Vi prego di lasciare le armi a terra e seguirmi senza discutere. Abbiamo poco tempo" aggiunge l'uomo sempre con voce bassa.
"Voi due" continua rivolto a coloro che sono stesi per terra sul pavimento "dobbiamo muoverci, il tempo stringe. Andiamo"
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Mer 08 Mag 2013, 23:12



"Ha ragione agente, non mi sembra il caso di prendermi una pallottola addosso, ora che sono in vacanza..."

Salutato l'agente, fa cenno a Max di seguirlo,e a bassa voce: "Sarà meglio aggirare il museo e cercare una via di entrata alternativa..."

Alan si muove velocemente per cercare un eventuale strada o vicolo per trovare una qualche finestra o porta di servizio agibile dove poter entrare indisturbati, visto che il grosso del casino è dall'ingresso principale... (sperando che la polizia non abbia circondato l'edificio....)

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  tofone2 il Mar 21 Mag 2013, 16:39

"Seguire?"
Abe reagisce con sopresa all'invito, forse non considerando che alla fine non sembra gli sia stata data la possibilità di rifiutarsi. Nella loro posizione prendere tempo è sicuramente la scelta migliore.
"Seguire dove, se mi permette? Sono abbastanza sicuro di non voler lasciare questo seminterrato, non con tutto quel baccano che c'è al piano superiore. Anzi, le suggerirei di unirsi a noi, non vorrà malaguratamente incappare in qualche pallottola vagante?"
Abe si sforza di sorridere pur continuando ad impugnare il bastone come fosse un fucile.
"Sembra proprio che su di sopra si stiano dando un bel da fare, qui invece, come può ben vedere con i suoi stessi occhi, è tutto più calmo, per non dire sicuro. Ci stavamo giusto presentando con questi due rispettabilissimi signori comodamente sdraiati in terra."
Con "l'arma" indica gli altri due sostenendo il sorriso e un espressione quanto più gioviale le circostanze gli permettano.


Adrian Abe D. Ross
Museo - Seminterrato
avatar
tofone2
Impiccione

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 11.07.12
Età : 26
Località : Alderan

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Gio 23 Mag 2013, 11:10

[Abe & Robert]

Come se le parole di Abe fossero stati una massa di insulti, l'imponente albino osserva con disprezzo il comico. Poi i suoi occhi si posano sui due uomini a terra, ancora sotto il tiro di Robert.
"Ti conviene lasciare quell'arma" dice con fare quasi sbadato, senza nemmeno degnare Robert di uno sguardo diretto.
"e voi due, alzatevi. Andiamo subito via!"

I due sgherri, probabilmente animati da un profondo rispetto per l'uomo dalla voce cavernosa, si alzano lentamente osservando la pistola che ancora li sta puntando.
Entrambi temono i proiettili di Robert, ma probabilmente gli ordini dell'albino sono altrettanto importanti.



[Alan & Max]
Il detective seguito dall'avvocato si muovono con circospezione; le piante rigogliose del giardino del museo offrono un riparo ottimo dalla vista dei poliziotti schierati.
Brevemente riescono ad aggirare il palazzo, ma si trovano davanti ad una barriera costituita da una sorta di fossato, forse un piccolo corso d'acqua che scorre sotto la città fino al mare, e che in questo punto torna ad essere sopraelevato e ad alimentare una folta vegetazione che si appoggia a ridosso del lato Ovest del museo, coprendone quasi del tutto le fattezze.
Palme e alti arbusti si ergono nascondendo finestre e mura, eppure...
Max e Alan sono rimasti in silenzio, col fiato sospeso dall'eccitazione del tentativo di sfuggire allo sguardo dei poliziotti e dei malviventi, quindi sono pressochè sicuri delle parole che hanno appena udito. Un sommesso parlottare proviene da oltre quella folta vegetazione...

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Ven 24 Mag 2013, 12:25




Alan, al sentire quel parlottare sommesso provenire da dietro gli arbusti, guarda Max cercando conferma di quanto appena udito con uno sguardo d'intesa, mettendo il dito indice perpendicolare alle labbra..

Estrae la pistola e si avvicina cautamente verso l'origine dei suoni.... alzando il cane lentamente....

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Dom 02 Giu 2013, 22:55

Alan & Max

Oltre alla verde barriera della vegetazione cresciuta lungo il bordo della parete del museo si continua a percepire una serie di parole scandite da voci differenti.
Provengono da una finestra larga e posta in basso, quasi a livello del suolo. La sua posizione suggerisce la funzione di presa d'aria per un piano sotterraneo del museo.
Qualcuno sta ancora parlando al suo interno, e la sua voce... è senza dubbio Abe!
Da questa posizione Alan e Max possono sbirciare all'interno di un magazzino buio, usato probabilmente per ammassare scatole e materiale non esposto; nella stanza scarsamente illuminata ci sono Robert e Abe, due uomini stesi a terra e una figura imponente di uno strano albino pelato, vestito con una insolita tunica lunga. La situazione è pervasa di un imbarazzo che sembra abbia addirittura portato ad uno stallo nelle conversazioni e... solo ora Alan e Max si rendono conto che Robert stringe fra le mani una pistola, puntata verso i due uomini sul pavimento.


_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Mar 04 Giu 2013, 22:13




Alan guarda Max, e sussurra "che cazzo sta succedendo? sembra che abbiano la situazione a loro favore, ma il tizio in piedi non mi piace proprio"

Alan fa passare la canna della pistola dalla presa d'aria e tiene sotto mira l'albino in piedi, e con voce decisa: " arrendetevi bastardi! siete sotto tiro, state fermi e nessuno si farà del male! E tu che sei in piedi, prendi immediatamente la posizione dei tuoi amichetti, SDRAIATI! ma molto lentamente tenendo le mani belle in vista!"


Alan tiene sotto tiro il pelato albino pronto all'eventualità di fare fuoco se ce ne dovesse essere bisogno.

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  torakfade il Ven 07 Giu 2013, 16:37



Max, sentendo la voce di Abe, si sente sollevato; ma questo sollievo svanisce presto una volta gettato uno sguardo nella stanza. Per quanto la situazione sembri tutta a loro vantaggio, sa che i loro nemici sono astuti e organizzati, e dubita che una banda scompagnata come la loro possa impensierirli seriamente in uno scontro diretto.

In ogni caso, come al solito è stato Alan a prendere l'iniziativa, e lui non può che accucciarsi vicino a lui, cercando di vedere meglio cosa succede dalla bassa finestra e stringendosi al petto la valigetta con i documenti.
avatar
torakfade
Portinaio

Messaggi : 319
Data d'iscrizione : 14.06.12
Età : 33
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Ven 07 Giu 2013, 23:04

Abe e Robert non possono quasi credere alle proprie orecchie quando sentono il suono perentorio della voce di Alan.

Lentamente, con fare estremamente scocciato e uno sguardo tagliente che attraversa la stanza, l'imponente albino solleva le mani quel tanto che glielo consente la tunica che indossa.
Poi sempre con una calma carica di tensione si inginocchia accanto ai suoi compagni.

Un trambusto seguito da un forte schianto proviene dal piano superiore.
Forse qualcosa si sta muovendo...
Uno sparo, un grido.

"Purtroppo il gesto che state compiendo costerà caro a tutti" proferisce minacciosamente l'albino dalla voce roca.


_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  tofone2 il Mer 12 Giu 2013, 16:38

"Lieto che abbia scelto di unirsi a noi."- si rivolge al gigante -"Le assicuro che troverà la nostra compagnia più che gradevole."

Il trambusto al piano di sopra si fa più intenso, oppure Abe ha questa impressione perchè fino ad ora si era preoccupato solamente per quello che succedeva nel seminterrato.
Forse è giunto il momento di chiedersi come uscire da questo trappola, salire al piano superiore potrebbe non essere così semplice.

"Ehi Alan!"- grida per farsi sentire dall'esterno- "Come ve la cavate la fuori? Stavamo giusto discutendo su come uscirne vivi. Il prete qui ci consigliava di seguirlo al piano di sopra, ma non mi sembra un'idea particolarmente brillante. Non voglio essere pessimista, ma anche se credo di essere perfettamente capace di fermare qualche pallottola, dubito di riuscire a raggiungere la porta vivo."


Adrian Abe D. Ross
Museo - Seminterrato
avatar
tofone2
Impiccione

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 11.07.12
Età : 26
Località : Alderan

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Gio 20 Giu 2013, 11:29



Unica nota positiva per i suoi compagni di sventura all'interno, è che il pelato albino stia collaborando suo malgrado...

Alle parole di Abe, il detective viene attraversato da un brivido lungo la schiena... (che situazione di merda)
mantenendo suo malgrado la dovuta calma mista ad attenzione, proferisce "Abe, mi fa piacere vedere che sei ancora vivo, e visto che ora il pallido calvo sta collaborando e a cui consiglio di non fare scherzi del cazzo,  direi di mantenere la situazione di superiorità e se non avete modo di uscire in altri modi, se non dalle scale, consiglierei di mantenere le armi puntate contro questi signori, e vedere come va a finire"


La fronte del detective si imperla di sudore, e mantiene sotto mira il calvo ormai a terra...




Ultima modifica di Il Grande Cthulhu il Gio 27 Giu 2013, 17:54, modificato 2 volte

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Ven 21 Giu 2013, 10:09

Tutti percepite con chiarezza il suono melodico eppure sinistro e snervante di una nenia. Il possente albino ha chinato il volto verso il pavimento e le sue parole incomprensibili, chissà di quale strana lingua, iniziano a crescere di intensità formando un ininterrotto canto monotono.

La voce dell'uomo vibra con una potenza impensabile, anche per una persona della sua stazza fisica, e nella nota che produce sembra comparire a tratti una forma di accompagnamento, un suono più leggero, più stridulo e flautato che si aggiunge alla voce dell'albino. 

Un orrendo rumore interrompe la melodia. Dagli uomini distesi a terra proviene un assordante suono assimilabile all'esplosione di qualcosa di acquoso e viscido, e un grido vi muore in gola appena scoprite che i tre sono spariti, lasciando una traccia scura sul pavimento, e le sagome delineano il punto dove fino a poco fa erano posizionati.

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Gio 27 Giu 2013, 00:29

Il folle suono dello scoppio e l'assenza dei tre uomini lascia tutti spiazzati.
Per qualche secondo il silenzio della stanza diventa insopportabile, e il suono di una sirena della polizia e di passi che si affrettano sulle scale è quasi un sollievo.

Le voci degli agenti che entrano nella stanza sono alte e perentorie, mentre nel giardino esterno altri poliziotti si avventano su Max e Alan.
Evidentemente l'ordine impartito ai tutori dell'ordine è quello di non fare distinzioni nella loro retata, perchè vengono ammanettati tutti coloro che sono dentro il museo o nei dintorni, e bruscamente trattati come criminali, per di più.

Alan e Max sono i primi ad essere stipati in una camionetta, ma presto vengono raggiunti da Abe e Robert.

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Il Grande Cthulhu il Gio 27 Giu 2013, 17:53




Alan non fa a tempo a realizzare quello che è appena successo quando viene portato via dai poliziotti, "che cazzo fate? non potete portarci al dipartimento, non abbiamo fatto nulla"

Una volta nella camionetta, vedendo i suoi compagni sani e salvi dice: "Come al solito andate sempre a cacciarvi nei guai, meno male che siete sani e salvi, ora vediamo di uscire da questa situazione, per fortuna abbiamo una conoscenza alla polizia, altrimenti una notte in gatta buia non ce la leva nessuno"

Il cervello di Alan rinnega quell'assurdità vista poco fa tenendosi impegnato in imprecazioni e sperando nel tanto desiderato incontro galante delle ore 21

_________________
avatar
Il Grande Cthulhu
Admin
Admin

Messaggi : 365
Data d'iscrizione : 22.05.12
Età : 41
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  torakfade il Gio 01 Ago 2013, 17:31

Gli occhi di Max si spalancano, e la gola si serra come nella morsa di una mano invisibile. Vorrebbe gridare, ma non può; tutto quel che riesce a fare è stringersi al petto la valigetta coi documenti ancora più forte, mentre un tremito inizia a scuotergli le membra.

Si accorge a malapena che mani brusche lo afferrano e lo sollevano. Il suo sguardo vitreo resta fisso alla finestra dalla quale ha visto ciò che un uomo non penserebbe mai di vedere: tre persone che scompaiono nel nulla.

Mentre viene trascinato via, prova a convincersi che si è trattato di un errore, di una distrazione, un battito di ciglia che gli ha impedito di vederli fuggire, ma la sua mente razionale rifiuta queste ipotesi ... in quanto avvocato, non può rifiutare la prova diretta dei suoi stessi occhi. E' stato testimone di un evento inconcepibile, ma non per questo meno reale. Anzi, di più eventi... nella sua memoria, la testa di un uomo che esplode dall'interno senza alcuna ragione apparente acquista connotazioni addirittura più sinistre e angoscianti. Brividi di terrore gli scorrono lungo la spina dorsale; niente è come sembra, niente più sarà lo stesso.

Sente che qualcuno gli sta parlando. O almeno crede che qualcuno gli stia parlando. Per la prima volta da vari minuti, allenta leggermente la stretta sulla sua reale, confortante valigetta di cuoio e si accorge di essere nel retro di un furgone chiuso. Alan, quello stupido bestione, sta imprecando gioiosamente contro qualcuno o qualcosa come se niente fosse; come se tutto si risolvesse prendendo a pugni o insultando la gente.

Gente che scompare nel nulla ... e che con ogni probabilità, fa esplodere le teste a distanza. Max china la testa e balbetta a mezza voce: "Siamo f-fregati ... siamo d-davvero fregati"
avatar
torakfade
Portinaio

Messaggi : 319
Data d'iscrizione : 14.06.12
Età : 33
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  ShuddeM'ell il Sab 05 Ott 2013, 12:53

La camionetta della polizia di Barbados corre in modo sgangherato, costringendo i quattro a tenersi stretti alla panca sulla quale siedono ormai da troppo tempo.
Dall'esterno in rumore del trambusto cittadino e dello sfrecciare di ambulanze lascia presto spazio a una calma innaturale.
Lo scricchiolio della frenata prelude alla apertura delle porte.

Quattro poliziotti armati di fucile esortano i presenti a uscire, per entrare dall'ingresso principale, nel palazzo di Giustizia di Barbados.

Con una certa fretta i quattro vengono fatti entrare in un ufficio, dove sostano per poco con i militari.
Un uomo in divisa, corpulento e sudato, entra squadrando accigliato Alan, Max, Abe e Robert.

"Signori" esordisce brusco "devo sapere senza troppe stronzate e in modo RAPIDO il vostro nome, quello vero intendo, e la vostra precisa occupazione qui a Bim. Non abbiamo tempo per le storielle, qui è scoppiato un bel focolaio e il capitano fra poco vorrà ridurmi le chiappe di una taglia a suon di calci se non gli porto informazioni precise. Ma state tranquilli che se deve succedere non sarò il solo a sentire dolore al culo, non so se mi spiego. Allora: ve lo chiedo una volta sola. CHE. CI. FATE. QUA"

_________________
avatar
ShuddeM'ell
Occultista

Messaggi : 698
Data d'iscrizione : 27.05.12
Età : 31
Località : 47°9′S 126°43′W

Vedi il profilo dell'utente http://mikelangston.bandcamp.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  torakfade il Ven 08 Nov 2013, 09:53



Max, tornato nel mondo a lui familiare fatto di uffici, rozzi ufficiali di polizia e procedure legali, si sente rinfrancato: la precedente esperienza lo ha lasciato segnato, ma ora chiama a raccolta le sue forze e riflette... se deve riferire al capitano, di sicuro non è in una posizione che conta. Mantenendo una neutra compostezza, trincerandosi dietro all'abito elegante e alla fiducia in sé stesso data da anni di pratica, si rivolge all'uomo di fronte a lui:

"Signore, il mio nome è Maximilian Hoffmann, avvocato; i signori qui presenti sono miei accompagnatori. Per quanto riguarda la nostra presenza, si tratta di un argomento di cui il Procuratore Adams è già a conoscenza, fin dal nostro incontro di questa mattina; temo di non avere la libertà di divulgare queste informazioni ad altre persone. Vi prego di verificare al più presto quanto ho detto con il Procuratore, sono certo che potrà dare a lei e al suo capitano tutte le rassicurazioni del caso."
avatar
torakfade
Portinaio

Messaggi : 319
Data d'iscrizione : 14.06.12
Età : 33
Località : Chieti

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: [PBF] Il Profondo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum